Ecoballe sui fondali dei Cerboli

Ecoballe sui fondali dei Cerboli

Una accorata richiesta di aiuto quella che Legambiente ha inviato al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa sulla triste vicenda delle ecoballe disperse ormai 5 anni fa dalla motonave Ivy al largo di Piombino, nei fondali del mar Tirreno. Oltre 630 quintali di plastiche eterogenee perse dal cargo che stanno inquinando uno dei tratti di mare al tempo stesso più protetto e più interessato da presenza di rifiuti plastici dell’intero Mediterraneo. Da un lato infatti stiamo parlando di una porzione di mare in pieno Santuario Pelagos, il Parco marino internazionale dei mammiferi marini che corre fra Toscana, Sardegna, Liguria e Costa Azzurra, a ridosso dell’isolotto di Cerboli, Zona A di protezione integrale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. D’altro canto, come è emerso dalle iniziative di volontariato di Vele Spiegate, è noto che questa porzione di mare sia una delle più interessate dalla presenza di rifiuti plastici.

È di qualche settimana fa lo studio pubblicato su Science e curato dall’Università di Manchester, Durham e Brema in collaborazione con il National Oceanography Centre e l’Istituto francese di ricerca per lo sfruttamento del mare che ha evidenziato come i fondali del Mar Tirreno siano tra i più interessati da microplastiche al mondo. La vicenda delle ecoballe perse sui fondali del Tirreno a circa 50 metri di profondità risale al luglio di 5 anni fa quando la motonave Ivy diretta a Varna, sul Mar Nero, perse parte del suo carico. Nell’estate dell’anno scorso la vicenda sembrava orientata a soluzione con la nomina a Commissario da parte del Governo del Contrammiraglio Caligiore, capo del Reparto Ambientale Marino delle Capitanerie di Porto presso il Ministero dell’Ambiente. Su questo contenzioso si è arenato il recupero delle ecoballe che nel frattempo, a detta dell’Ispra, continuano ad inquinare i fondali del mar Tirreno.

elbablog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *