Coronavirus, come ridurre i rischi di contagio

Coronavirus, come ridurre i rischi di contagio

Le indicazioni dell’Organizzazione mondiale per la sanità, della Regione Lombardia e del Ministero della sanità, in sintesi, per ridurre i rischi di contrarre il coronavirus. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato un decalogo per ridurre le probabilità di contrarre il coronavirus, oppure di contagiare gli altri qualora si fosse portatori dell’agente infettivo. Anche la Regione Lombardia e il Ministero della Salute hanno dato delle indicazioni. Se si tossisce o si starnutisce bisogna coprire la bocca e il naso con il braccio flesso.

Subito dopo bisogna lavarsi le mani. Bocca, naso e occhi sono le porte di ingresso del virus nel nostro organismo. La raccomandazione è evitare di toccare queste parti del viso con le mani. Nel resto d’Italia, il Ministero della Salute ha attivato il numero telefonico 1500.

Se si sceglie di indossare una mascherina assicurarsi che copra naso e bocca.

Da sapere

Incubazione

Al momento si presume che passino da 2 a 14 giorni prima della manifestazione dei sintomi di COVID-19.

SINTOMI

Il sistema immunitario è in grado di contrastare il virus che causa la COVID-2019 . Quando i sintomi peggiorano, la malattia può evolvere in polmonite le cui complicazioni possono essere letali .

Ci sono pazienti asintomatici?

È un problema, perché possono condurre una vita normale, senza rimanere a casa per colpa della malattia, contribuendo al contagio.

Chi è più a rischio?

Nell’81% dei casi i sintomi della malattia sono moderati.

elbablog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *